Valeria Delucchi e le figlie salve per miracolo

Alluvione a Borghetto Vara

0
175

alluvioneliguria_dayafter

Ecco le parole della donna che è salva per miracolo racconta il suo episodio per la prima volta da quando è successo ad un giornalista della stampa: “Sono andata sotto, bevevo e mangiavo fango, poi risalivo e guardavo il cielo. Infine tornavo sotto, con i piedi davanti e le braccia indietro, prendendo colpi su tutto il corpo, come se fossi su un immenso toboga della morte, senza più capire dov’ero. In quei minuti l’ho desiderata molto, la morte, a un certo punto ho pregato il Signore di farmi svenire perché soffocavo, mi sentivo i polmoni pieni di fango e non volevo rimanere così lucida, rendermi conto di quella fine bruttissima. Lo sogno ancora, tutte le notti”

Valeria Delucchi è una miracolata che vive con un senso di colpa,perchè Valeria è scampata al diluvio di Borghetto di Vara insieme alle due figlie,tutte e tre le donne sono state trascinate per centinaia di metri dalla piena impazzita del Vara e del Pogliaschino,che sono esplosi alle due del pomeriggio di martedì proprio davanti alla piazza principale del paese dove si affaccia il bar di famiglia,il bar si chiama «Taverna Baruffa», in cui tutte e tre stavano lavorando al momento del’alluvione.

Valeria Delucchi,è stata strappata alla morte dalla mano di un uomo che per salvare lei purtroppo ha perduto la moglie.L’uomo si chiama Francesco D’Avanzo e adesso è ricoverato in un ospedale di “La Spezia” dove per la perdita della moglie continua a ripetere che non vuole più vivere,la moglie Rita Cozzani,era un insegnante sessantenne di “La Spezia”, il cui corpo è stato ritrovato ieri.La cosa certa e che Francesco salvando Valeria ha salvato una famiglia, anche Francesco D’avanzo non lo sa.

Views All Time
Views All Time
175
Views Today
Views Today
1

Commenta l

COMMENTA