Todd Haynes: Pardo d’Onore al Festival di Locarno

0
599

Il Festival del Cinema di Locarno tributerà a Todd Haynes il Pardo d’Onore per la carriera. Nella kermesse svizzera, il regista americano, plurinomato agli Oscar, proietterà il suo ultimo film Wonderstruck (presentato in anteprima al Festival di Cannes), insieme al suo primo grande successo Poison, che entrò in competizione al Locarno Film Festival nel 1991.

Produzioni originali e sensibili alle tematiche moderne

“Nei suoi 7 film Todd Haynes ha delineato un universo originale in cui la sua familiarità con il cinema americano ed europeo, la sua passione per i film di Sirk e Fassbinder, va di pari passo con un’incredibile sensibilità moderna”, ha dichiarato il direttore artistico del Locarno Film Festival Carlo Chatrian. “I suoi personaggi, spesso interpretati da incredibili attrici, riportano sugli schermi la magia del grande cinema, dell’arte che raggiunge la sublimazione della realtà senza scivolare nella non credibilità”, ha aggiunto.

Poison

Poison, film ispirato dallo scrittore francese Jean Genet, è un film incentrato sui temi della trasgressione e della persecuzione. Sarà parte di un sidebar intitolato Locarno70, per celebrare il 70esimo anniversario del Festival. Con una selezione di 11 primi grandi pellicole presentante alla manifestazione, rinomata per il suo sostegno al cinema indipendente.

70° Locarno Film Festival

Il 70esimo Locarno Film Festival avrà luogo dal 2 al 12 agosto. L’arrivo di Todd Haynes al Locarno Film Festival è previsto per il 7 agosto. Alle celebrazioni per il 70esimo anniversario del Festival del Cinema di Locarno parteciperanno anche il russo Aleksandr Sokurov, la francese Catherine Breillat, Sabiha Sumar, Villi Herman e l’italiana Alina Marazzi.

Todd Haynes: la carriera

Todd Haynes è nato ad Encino in California il 2 gennaio 1961. Nel 1991 ha debuttato con il suo primo lungometraggio Poison, basato su degli scritti di Jean Genet. Nella pellicola emergono tre differenti storie: un bambino che si getta dalla finestra dopo aver ammazzato il padre; un medico che diviene un lebbroso assassino dopo aver testato una propria teoria; e, infine, una storia che affronta il tema dell’omosessualità in carcere. Quattro anni dopo il regista diresse Julianne Moore in Safe, film premiato al Sundance Film Festival 1995; nel 1998 girò Velvet Goldmine, pellicola ispirata al glam rock. Stellare il cast raggrupato nel 2007 per Io non sono qui, ispirato alla vita di Bob Dylan, in cui ben sei attori diversi interpretano le gesta del cantautore. Nel 2015 è stato presentato alla 68ª edizione del Festival di Cannes Carol, che racconta una storia d’amore tra due donne.

Views All Time
Views All Time
296
Views Today
Views Today
1

Commenta l

SHARE
isacco
Federico è un giornalista pubblicizza esperto di web e di temi di attualità