Iran, missile a lungo raggio: gli Usa, l’Ue e i venti di guerra

0
124

Iran, missile a lungo raggio
Iran, missile a lungo raggio

Siamo vicini alla terza guerra mondiale? L’Iran, missile a lungo raggio testato e nucleare in arrivo? Venti di guerra: cosa faranno ora gli Usa e l’Ue? Cresce la tensione nello stretto di Hormuz dopo le operazioni militari dell’Iran e degli stessi Usa dei giorni scorsi. Ieri sono stati testati dalle autorità iraniane missili a medio lungo raggio, capaci di raggiungere, purtroppo, anche Israele. E non solo. Sicuramente la diplomazia e il buon senso riusciranno a prevalere nella situazione che, comunque vada a finire, è davvero esplosiva. Non servono più le sanzioni internazionali. L’Iran non ne vuole sapere di stare sotto lo schiaffo degli americani.

L’attenzione si sta concentrando sullo stretto di Hormuz, crocevia degli scambi mondiali di petrolio. Circa il quarante per cento delle scorte di greggio del mondo passano da lì. prima l’ipotesi di chiusura del canale da parte dell’Iran, in risposta alle annunciate nuove sanzioni nei confronti della repubblica islamica. Poi la risposta degli Usa con la presenza di navi da guerra nel canale. Infine la minaccia dell’Iran: missile a lungo raggio (in realtà sarebbero ben due i missili) testato per far comprende all’Occidente che gli iraniani hanno la possibilità di attaccare, in qualsiasi momento, Israele ed altri stati.

Ecco, quindi, che la diplomazia stenta a trovare una soluzione giusta a questa situazione. Iran e Usa sono da tempo in una spirale di rappresaglie e di dimostrazioni di forza che sarà difficile, ora, sedare. Missili a parte, la partita ora si giocherà sulle sanzioni. E intanto l’Iran ha annunciato: già prodotta la prima barra di combustibile nucleare.

Views All Time
Views All Time
122
Views Today
Views Today
1

Commenta l

SHARE
isacco
Federico è un giornalista pubblicizza esperto di web e di temi di attualità

COMMENTA